Un’Italia migliore di cinque anni fa

Portare l’Italia fuori dalla crisi, rimettere in moto la crescita economica e dare più competitività al nostro sistema economico favorendo investimenti produttivi per creare nuova occupazione: gli indicatori che si usano per misurare questi risultati ci danno ragione! Ma a differenza del passato questa ripresa economica è diseguale, non dà benefici a tutti e allo stesso modo: c’è chi con grande impegno e lavoro è uscito dalla crisi (e in Emilia Romagna sono tanti), ma ci sono realtà e persone che non vedono ancora la fine del tunnel. Per questo abbiamo messo in campo importanti misure di compensazione, di contrasto alla povertà e costruito percorsi di accompagnamento al reinserimento.

Industria 4.0: lavori in corso per il futuro

Investire nell’innovazione fa crescere il Paese

Siamo la seconda realtà manifatturiera in Europa, la settima nel mondo, ma per crescere e restare competitivi di fronte all’esplosione di novità offerte dalla quarta rivoluzione industriale dobbiamo accettare la sfida del cambiamento e trasformarla in opportunità. Industria 4.0 significa questo.

Reddito di inclusione

Fino a 534 euro al mese a chi ne ha più bisogno

Contro la povertà c’è bisogno di agire, ma in troppi parlano e basta. I temi sociali sono prioritari nella nostra agenda di Governo. Non parole o slogan, piuttosto interventi specifici e leggi che possono aiutare chi è in difficoltà. Dal 1° dicembre 2017 è attivo il reddito di inclusione, la prima misura nazionale di contrasto alla povertà, uno strumento per l’inclusione sociale e la lotta all’emarginazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *